News

Unghie rigate: perché?

Unghie rigate: perché?

Unghie rigate? Le unghie sono uno degli indicatori del nostro benessere fisico: le righe, o le striature, sulle unghie sono un problema molto diffuso e possono essere spia di un banale disturbo (onicopatia), di un malessere generale dell’organismo, ma anche di patologie più gravi.

Le cause delle unghie rigate possono essere:
- Le malattie delle unghie, ovvero le onicopatie;
- Fragilità ungueale;
- Infezioni;
- Traumi;
- Artrite reumatoide;
- Insufficienza vascolare;
- Problemi dermatologici (psoriasi, alopecia etc.);
- Disturbi generici (carenze nutrizionali, anemia, allergie, tiroide etc.);
- Cattive abitudini (tenere le unghie troppo a contatto con l’acqua o con solventi, saponi e detersivi che impoveriscono la cheratina delle unghie; il fumo; manicure troppo frequenti).
Unghie sottili, con linee verticali, sono frequenti anche nelle persone anziane: in questo caso parliamo di un fenomeno naturale, legato all’invecchiamento.

Molto dipende anche dalla forma della striatura:
- Righe verticali: si può trattare di invecchiamento, problemi digestivi, carenze nutrizionali (anemia), contatto con prodotti aggressivi;
- Righe orizzontali: di solito si tratta di un trauma o della carenza di vitamina A, B o di calcio

Onicomicosi
Un’infezione dell’unghia provocata da funghi patogeni che vanno a formare piccole chiazze bianche asimmetriche. La lamina ungueale diventa fragile, rugosa, giallognola e, in alcuni casi, l’unghia può addirittura distaccarsi dal dito del piede. I fattori di rischio dell’onicomicosi possono essere traumi, difese immunitarie ridotte, diabete.

 

 

Realizzazione e gestione tecnica del sito a cura di
iprov.com Iprov.com
Grafica, design e comunicazione
cosmobile.net Cosmobile.net
Sviluppo e gestione dati